Vai al contenuto

Presidio Territoriale

Prevede un sistema di vigilanza sul territorio per garantire le attività di ricognizione e di sopralluogo delle aree esposte a rischio, soprattutto molto elevato in grado di comunicare in tempo reale le eventuali criticità per consentire l’adozione delle conseguenti misure di salvaguardia.

Il Presidio Territoriale può essere composto da squadre miste, personale dei propri uffici tecnici, del volontariato locale ed eventualmente delle diverse strutture operative presenti sul territorio laddove disciplinato tramite accordi e protocolli d’intesa ai sensi della normativa vigente, per il controllo dei punti critici, delle aree soggette a rischio, dell’agibilità delle vie di fuga e della funzionalità delle aree di emergenza.

Le squadre del Presidio Territoriale sono fondamentali sia in situazioni ordinarie che nelle varie fasi di attenzione, preallarme, allarme; durante le varie fasi, mentre eseguono il loro compito di vigilanza e controllo del territorio, registrano tutti i fenomeni, gli effetti al suolo, le criticità osservate, su dei “moduli segnalazioni” che, dopo la compilazione, consegnano al responsabile della funzione Tecnica di Valutazione e Pianificazione, per le opportune e dovute valutazioni.  Inoltre i moduli segnalazioni possono essere usati come base per la compilazione del Quaderno di protezione civile sul Master di Piano di Protezione civile conservato nella sala COC.

Torna a: Organizzazione

Accessibility